Celebrazioni per il 14° anniversario dell’attentato alle torri gemelle e al Pentagono. Il presidente Barack Obama e la first lady Michelle hanno osservato un minuto di silenzio alla Casa Bianca. Obama, dopo aver dichiarato tre giorni di preghiera, ha poi lanciato un messaggio agli americani su Twitter.”Quattordici anni dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre, rendiamo onore a chi abbiamo perduto. Ringraziamo tutti quelli che agiscono per tenerci al sicuro. Siamo più forti che mai”.

Sullo stesso social network sono comparse delle minacce ad alcuni siti americani con l’hashtag “America Under Hacks”.  Alcuni profili Twitter vicini all’Is sostengono di essere gli autori degli attacchi. In alcuni messaggi viene lanciato un ultimatum agli Usa di “smettere gli attacchi contro musulmani entro sette giorni”. In caso contrario verranno divulgate informazioni segrete contenute nelle banche dati dell’Fbi e della Casa Bianca e anche informazioni private su Obama e la First Lady. Dalle autorità americane non ci sono ancora state né conferme né smentite sull’autenticità delle minacce. Tuttavia, l’Fbi ha consigliato la massima allerta sui cyber attacchi. L’agenzia federale  mette in guardia anche le società private che hanno legami con il governo Usa.

Intanto centinaia di persone hanno preso parte in Pennsylvania alla cerimonia di inaugurazione del nuovo centro visitatori istituito presso il memoriale per le vittime degli attentati dell’11 settembre che viaggiavano a bordo del volo United Airlines 93. Le commemorazioni continueranno con la lettura dei nomi delle vittime a Ground Zero, un cerimoniale al Pentagono e un intervento del segretario alla Difesa Ashton Carter.

Anche Sergio Mattarella ha inviato un messaggio al presidente degli Stati Uniti Obama tramite l’Ambasciatore italiano a Washington, Claudio Bisogniero.  Mattarella ha espresso vicinanza e amicizia del popolo italiano e sue personali in occasione della tragica ricorrenza dell’11 settembre.