La certezza è che la Festa del Fatto Quotidiano a Roma, in programma sabato 29 e domenica 30 agosto a Roma, si farà. E ci sarà anche la lettura delle intercettazioni dell’inchiesta di Mafia Capitale, prevista alle 18.30 del primo giorno con il titolo “Romanzo Capitale”. L’unica incognita è la location. Ma è un’incognita a breve termine. La conosceremo e la comunicheremo all’inizio della prossima settimana. Ed è quasi certo che non sarà l’Isola Tiberina.

Torna utile ricapitolare la vicenda: la Festa del Fatto avrebbe dovuto svolgersi, come lo scorso anno, sull’Isola Tiberina, nella programmazione della kermesse “L’Isola del Cinema”. Qualche giorno fa, però, il direttore artistico del festival, Giorgio Ginori, ci ha comunicato l’intenzione di cancellare l’evento se non fosse stata eliminata dal programma la lettura delle intercettazioni di Buzzi, Carminati e sodali (prima versione). O se non fosse stato presente, “per una sorta di contraddittorio”, l’assessore alla Legalità del Comune di Roma Alfonso Sabella che, a detta di Ginori nelle sue mail, si era “dichiarato disponibile a partecipare all’incontro dedicato al tema di Mafia Capitale” (seconda versione). Ieri abbiamo riservato ampio spazio al punto di vista di Ginori (che ha di nuovo tirato in ballo Sabella e confermato il veto), con la replica di Marco Travaglio.

Oggi, invece, è lo stesso assessore Sabella a intervenire per precisare di non saperne nulla e smentire Ginori, con cui dice di non aver mai parlato e aggiunge di non avere intenzione di partecipare a un “contraddittorio” sulle intercettazioni di Mafia Capitale. La stessa reazione che hanno avuto i dirigenti del Comune di Roma, che ci stanno aiutando a identificare un luogo alternativo.

da Il Fatto Quotidiano del 23 agosto 2015