Giovanni Scialpi si sposa. Il cantante, che adesso usa il nome d’arte di Shalpy, ha annunciato che convolerà a giuste nozze con il suo compagno (e manager) Roberto Blasi. La storia d’amore tra i due dura da sei anni ed evidentemente sembra arrivato il momento di mettere nero su bianco l’unione. Scialpi, protagonista della scena musicale degli anni Ottanta e ultimamente noto soprattutto per il carattere fumantino mostrato sui social, dovrebbe sposarsi alla fine di agosto, anche se non è ancora dato sapere dove. In effetti la confusione regna sovrana anche sui media che stanno dando la notizia in queste ore. Nessuno, infatti, si è posto il problema che in Italia i matrimoni gay non sono ancora legali, e il “rito civile” di cui si sta parlando nei lanci d’agenzia o sul web evidentemente dovrà svolgersi all’estero, secondo modalità che non sono ancora state svelate.

Ma il gesto di Scialpi resta comunque una cosa importante per il nostro paese, visto che si tratta del primo personaggio pubblico gay italiano a pronunciare il fatidico sì. Proprio in queste settimane si sta discutendo molto sul ddl Cirinnà sulle unioni gay, che rischia di impantanarsi in Parlamento e che il governo sta tentando di sbloccare mediando con Scelta Civica e Nuovo Centrodestra. E magari la scelta di Giovanni Scialpi potrà anche aprire la strada ad altre prese di posizione simili, con i personaggi pubblici gay in prima fila a favore del matrimonio egualitario.