Il silenzio elettorale sui social network non vale. Su facebook scrive la candidata del Pd in Veneto Alessandra Moretti, i portabandiera del Movimento Cinque Stelle in Liguria e nelle Marche Alice Salvatore e Giovanni Maggi, scrive il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini e anche il candidato del Carroccio in Veneto Luca Zaia. C’è anche chi si rende “visibile” senza apparenti violazioni: Stefano Caldoro, che corre per il centrodestra in Campania, posta per esempio un istituzionale invito al diritto-dovere a recarsi alle urne.E Forza Italia, dopo anni di silenzio violato da parte del Cavaliere-premier, se la prende anche con il presidente del Consiglio Matteo Renzi e contro la sua partecipazione annunciata al Festival dell’Economia di Trento. E lui in effetti non parla solo di economia: “Francamente no, per me le europee hanno un grande valore – dice il capo del governo – Per me il punto centrale è cambiare la politica europea. Le elezioni locali hanno valenza locale”.

Per il resto è ancora campagna elettorale. “Ti chiedo di darmi fiducia – è l’appello della Moretti – per non guardare più la nostra Regione con gli occhi di Galan e Zaia ma con quelli di una nuova classe politica che può dare grandi opportunità alla nostra terra”. Salvini non perde occasione per sfruttare gli oltre 4mila migranti recuperati in alto mare, nel Mediterraneo, dalla Marina Militare (ci sono anche 17 morti): “Altri 4.243 clandestini in arrivo in Italia. Altri morti, altri scafisti soddisfatti, altri milioni per le cooperative. Chi non vota domani è complice dell’invasione in corso”. La Salvatore, candidata ligure del M5s, condivide direttamente un video con un comizio di Beppe Grillo lanciando l’appello a liberare la regione. Zaia è un orologio svizzero: a ogni ora pubblica un poster diverso. Uno per le imprese, uno per la famiglia, uno per il “Veneto veloce e attrattivo”. Immancabile l’espressione “pancia a terra” a cui l’ex ministro dell’Agricoltura si è affezionato mesi fa senza mai stancarsi. Il candidato grillino nelle Marche Maggi dà direttamente istruzioni per votare Movimento Cinque Stelle. Il candidato di mezzo centrodestra in Puglia Francesco Schittulli fa finta di non essere in campagna elettorale e si fa immortalare mentre è al lavoro (fa il medico): “La giornata di oggi la dedico alle donne che hanno bisogno di me… Perché la salute delle persone viene prima di ogni altra cosa”.