Quando cambia il muso di un’auto, si ha quasi l’impressione che sia tutta nuova. E la BMW ci è andata giù pesante con il restyling di mezza vita della Serie 1, mettendo mano soprattutto al frontale, dove i non del tutto convincenti fari triangolari sono stati sostituiti da “occhi” più grandi, e in coda, con nuove luci a led che si espandono in orizzontale fino a sopra il portellone. Ma le modifiche alla Serie 1 vanno oltre, con nuovi motori (per la prima volta anche a tre cilindri) e una dotazione tecnologica molto più ricca. Tanto che la BMW parla addirittura di “nuova Serie 1” e annuncia che questa versione “durerà sul mercato a lungo”: probabilmente la seconda generazione del modello, presentata nel 2011, resterà in vendita più a lungo dei sette anni canonici. Poi verso la fine del decennio arriverà il nuovo modello a trazione anteriore sulla stessa piattaforma della Serie 2 Active Tourer, ma questa è un’altra storia.

Per testare al meglio le novità della Serie 1, abbiamo scelto di guidare una 116d Efficient Dynamics, la più parca della gamma. Monta il tre cilindri 1.5 turbodiesel che appartiene alla nuova famiglia di motori, quella costruita sulla base del “cilindro perfetto” (così lo definisce BMW) da mezzo litro su una piattaforma modulare che rendere persino intercambiabili pezzi di motori a benzina e gasolio. La versione utilizzata sulla Serie 1 è la stessa della Mini Cooper D, quella con 116 CV di potenza. Sulla Efficient Dynamics, il motore è abbinato a pneumatici a bassa resistenza ma soprattutto a un cambio manuale dai rapporti lunghissimi, che sacrificano la briosità sull’altare del consumo. Se si vuole un po’ di ripresa bisogna per forza scalare marcia e riservare la sesta ai viaggi in autostrada, dove si può veleggiare a velocità Codice senza nemmeno raggiungere i 2.000 giri/min. Una volta fatto pace con il cambio, si inizia ad apprezzare il motore, che pur non essendo vivacissimo è silenzioso e non fa rimpiangere il cilindro mancante. A ricordare la sportività del marchio rimangono il bell’assetto, lo sterzo preciso, la perfetta ripartizione dei presi fra i due assali, la posizione di guida bassa, nonché la trazione posteriore che, va ricordato, è un caso unico nel segmento.

La versione meno assetata della Serie 1 costa 25.300 euro nella variante a tre porte, 26.100 quella a cinque. Un prezzo in linea con le concorrenti (la Mercedes Classe A 180 CDI parte da 25.100, l’Audi A3 1.6 TDI clean diesel da 24.650) in cui sono compresi il climatizzatore automatico e i cerchi in lega da 16”.

BMW Serie 1 2015 – la scheda

Che cos’è: è il restyling (profondo) della seconda generazione della Serie 1, il modello più piccolo della BMW
Che cosa cambia: il frontale ora è più simile a quello degli altri modelli del marchio, con gruppi ottici più grandi (luci diurne a led, a richiesta full led). Anche le luci posteriori crescono e diventano più orizzontali (qui il paragone). Quasi completamente rinnovata la gamma motori, che ora comprende anche due motori a tre cilindri (nuove le motorizzazioni di 116i, 116d, 118d, 120d e 125d). Più ricca la dotazione tecnologica, che comprende anche sistema ConnectedDrive con informazioni sul traffico in tempo reale, servizio di concierge, active cruise control con telecamera anteriore, sistema iDrive (di serie schermo da 6,5”, a richiesta 9”), riconoscimento dei pedoni e assistenza al parcheggio
Principali concorrenti: Audi A3, Mercedes Classe A, Volkswagen Golf
Varianti di carrozzeria: tre e cinque porte (la coupé e la cabrio ora si chiamano Serie 2)
Dimensioni: lunghezza 4,32 metri, larghezza 1,77, altezza 1,41, passo 2,69
Motori a benzina: 3 cilindri da 109 CV (116i), 4 cilindri 1.6 da 136 CV (118i), 1.6 da 177 CV (120i) e 2.0 da 218 CV (125i), 6 clindri 3.0 da 326 CV (M135i)
Motori diesel: 4 cilindri 1.6 da 95 CV (114d), 3 cilindri 1.5 da 116 CV (116d), 4 cilindri 2.0 da 150 CV (118d), 2.0 da 190 CV (120d) e 2.0 da 224 CV (125d)
Cambi: manuale a sei marce (sequenziale 8 rapporti per M135i, 120d xDrive e 125d)
Trazione: posteriore o integrale xDrive
La versione che consuma meno: è la 116d Efficient Dynamics protagonista del nostro test drive, omologata per consumi di 3,4 litri/100 km nel ciclo misto (89 g/km di CO2)
Pregi: la dinamica di guida, sportiva e piacevole anche con questa motorizzazione; i consumi contenuti
Difetti: il cambio manuale della 116d Efficient Dynamics ha rapporti lunghissimi, che la fanno sembrare sempre “affaticata”
Produzione: Lipsia, Germania
Prezzi: da 23.100 euro (116i 3 porte) a 40.100 euro (125d Msport). La M135i parte da 45.700 euro
In vendita: da subito