Il questore di Bergamo, Dino Finolli, risulta indagato per induzione indebita e peculato. Secondo le accuse, riportate dall’Eco di Bergamo, “si sarebbe prodigato, nell’autunno scorso, per organizzare un pranzo fra il direttore dell’Inps di Bergamo, Angelo D’Ambrosio, e il suo amico Gianni Cottone, ex di Valeria Marini, imprenditore che chiedeva il modo di dilazionare una quindicina di milioni di debito con Inps e Agenzia delle Entrate”. Tra gli indagati – sempre secondo quanto riportato – anche la moglie del questore e Cottone stesso.

Il quotidiano bergamasco descrive anche la tensione registrata negli uffici di via Noli quando il suo ufficio passato è stato perquisito dagli uomini della polizia giudiziaria guidati dal pm. “Dopo le notizie uscite sui giornali riguardo al pranzo con Cottone pensavamo che prima o poi sarebbe successo qualcosa – raccontano i poliziotti all’Eco – ma non ci aspettavamo una cosa del genere. È una ferita troppo grande, non sappiamo cosa dire. Aspettiamo di capire cosa è successo, ma siamo tutti sotto choc”. Più di uno, lunedì mattina secondo il quotidiano, si è sentito male ed è andato a casa.