Un uomo ha telefonato alla polizia per rivelare che un conoscente vuole “accoltellare il dottor Valter Giovannini“. Il magistrato, lo stesso che sgominò la banda della Uno Bianca, era stato bersaglio di una scritta ingiuriosa di sei metri comparsa in via Albani a Bologna, vicino alla stazione: “Valter 6 tu l’unico criminale”, in seguito al suicidio di Vera Guidetti. La donna, una farmacista del Pilastro, era stata sentita dal pm come testimone nell’ambito dei rapporti con un giostraio sospettato di furto e aveva scritto in un foglio di essere stata trattata come una criminale e che Giovannini non le aveva creduto. Il Resto del Carlino riporta che la polizia ha ricontattato l’uomo che fatto la segnalazione convincendolo a fare il nome del suo conoscente ed ha iniziato le ricerche.

Sulla vicenda è scoppiata una polemica interna al Pd dopo un’interrogazione del senatore Luigi Manconi, presidente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani, attaccato dal partito bolognese per aver chiesto al governo di mandare gli ispettori della procura di Bologna per chiarire alcuni aspetti sul caso Guidetti.