E’ stato un tentativo di rapina ai danni di un’altra persona a costare la vita a Mariano Bottari, il pensionato 75enne freddato sotto casa ieri mattina a Portici, appena fuori Napoli. La svolta delle indagini è arrivata nel tardo pomeriggio di ieri, quando ai carabinieri si è presentato un imprenditore, che ha spiegato di essere stato inseguito, mentre era in sella al suo scooter, da due persone su un altro scooter, probabilmente intenzionati a rapinarlo dell’incasso dei distributori di benzina che aveva appena raccolto. Nel corso dell’inseguimento sono stati esplosi alcuni colpi di arma da fuoco, uno di questi ha colpito a morte Mariano Bottari, che era uscito per fare la spesa.

Già poco dopo l’omicidio gli investigatori avevano raccolto testimonianze secondo le quali Bottari, che stava rincasando dopo aver sbrigato alcune commissioni, fosse stato ucciso da un colpo sparato durante un inseguimento tra due scooter. Dal mezzo che inseguiva, con due persone a bordo, si era levato il grido “ti devo uccidere”, seguito da uno o più colpi di arma da fuoco. Il pensionato, colpito in pieno volto, era stramazzato al suolo. 

I carabinieri stanno comunque continuando a raccogliere testimonianze e a visionare i filmati delle videocamere di sorveglianza delle zona. La morte di Bottari, conosciuto e stimato a Portici, ha provocato profonda emozione. In municipio i consiglieri comunali hanno raccolto firme per la convocazione di un consiglio straordinario sulla criminalità.

“La famiglia ha grande fiducia nella giustizia e nell’operato degli investigatori”, fa sapere il legale Ciro De Martino. I familiari del pensionato, la moglie invalida ed i sei figli, sono riuniti nell’appartamento di via Scalea 28, a pochi metri dal luogo della sparatoria. Il sindaco di Portici, Nicola Marrone, ha proclamato tre giorni di lutto cittadino. Alle 19 nella Parrocchia del Sacro Cuore, in via Diaz, si terrà una preghiera di adorazione per ricordare la vittima della sparatoria e dire no alla violenza. Al termine un gruppo di giovani della Comunità parrocchiale porterà un cero sul luogo del delitto.