Il primo dei tre appuntamenti con la Super Luna è passato. Da New York a Islamabad il fenomeno è stato fotografato in ogni parte del mondo. Chi si è perso lo spettacolo a causa dei cieli nuvolosi d’Italia avrà altre due occasioni: il 10 agosto, notte di San Lorenzo e il 9 settembre.  

Come spiega Paolo Volpini dell’Unione Astrofili Italiani, ”quello della super Luna è un fenomeno poco visibile a occhio nudo, ma è più percepibile con le fotografie fatte in corrispondenza di apogeo e perigeo. La super Luna maggiore sarà comunque quella del 10 agosto”. 

Nel suo moto di rivoluzione intorno alla Terra, il nostro satellite disegna come un’ellissi. Il punto nel quale si trova più distante dal nostro pianeta è l’apogeo quello in cui si trova più vicina è il perigeo. La distanza in queste due posizioni non è fissa ma mediamente la differenza tra le due è di circa 50.000  chilometri, abbastanza per notare una differenza nelle dimensioni. Quando poi la sua posizione in perigeo coincide con l’allineamento che rende possibile vedere il satellite illuminato per intero dal Sole (Luna piena) si verifica il fenomeno della super Luna.