Spotify debutterà in Italia in concomitanza con il Festival di Sanremo 2013. Si tratta di un servizio di musica on-demand in streaming, nato nel 2008 in Scandinavia e già presente in 17 paesi. La piattaforma conta oltre 20 milioni di utenti attivi, di cui 5 abbonati, e permette di ascoltare le canzoni da computer, tablet e smartphone.

Tutti i brani in concorso alla kermesse festivaliera saranno disponibili gratuitamente sulla piattaforma (48 ore dopo le esibizioni dei cantanti sul palco dell’Ariston), così come gli album dei cantanti in gara che usciranno in quei giorni.

Spotify è totalmente legale, tutti gli artisti presenti sulla piattaforma vengono pagati per lo streaming della loro musica in base al numero degli ascolti dei brani. Gli utenti potranno accedere gratuitamente al catalogo delle canzoni e ascoltarle in streaming fino a 10 ore al mese con spot pubblicitari. Con l’abbonamento unlimited, da 4,99 euro mensili, non vi saranno limiti di tempo nè pubblicità. Con l’abbonamento premium, che costa 9,99 euro al mese, si potranno scaricare gratuitamente i brani e riprodurli offline su computer, tablet e smartphone. Una volta scaduto l’abbonamento, i brani non potranno più essere riprodotti.