Un uomo è salito a bordo di uno scuolabus, ha ucciso una persona, forse l’autista, e ha rapito un bambino di sei anni a Midland City, in Alabama. Lo riferisce la Cnn, spiegando che la polizia locale non ha confermato che la persona uccisa sia il conducente del mezzo.

L’uomo si è poi rifugiato in una sorta di bunker sotterraneo nei pressi della sua abitazione e ha avviato trattative con la polizia, andate avanti per tutta la notte e ancora in corso. Tutto è cominciato ieri pomeriggio: l’uomo è salito sull’autobus e ha afferrato il piccolo. Poi ha esploso quattro colpi d’arma da fuoco probabilmente contro il conducente ed è scappato col bambino, secondo le testimonianze di altri ragazzini che erano a bordo e ai quali l’uomo ha urlato di scendere.

Un vicino dell’aggressore ha raccontato che l’uomo aveva inizialmente preso in ostaggio due bimbi, ma uno di loro è svenuto e l’aggressore è scappato con l’altro. Sempre secondo la sua testimonianza, l’uomo vive da due anni nella zona e aveva cominciato a costruire il bunker da quando si era trasferito.