Nuovo record del debito pubblico italiano nello scorso ottobre, quando ha sfondato per la prima volta il tetto dei duemila miliardi di euro. E’ quanto riporta Bankitalia nell’ultima pubblicazione statistica sulla finanza pubblica diffusa questa mattina. Il debito si è attestato nel dettaglio a 2.014.693 milioni di euro. Complessivamente, da inizio anno (a gennaio 2012 era pari a 1.943,455 miliardi) il debito del nostro Paese è cresciuto di 71,238 miliardi, in percentuale il 3,7% in più. d’Italia.

Buoni, al contrario, i dati sul gettito fiscale. Le entrate tributarie dei primi 10mesi dell’anno segnano un incremento del 2,9% rispetto allo stesso periodo del 2011, al netto dei fondi speciali della riscossione, riportati dal supplemento “Finanza Pubblica” al bollettino Statistico della Banca d’Italia. Le entrate tributarie erariali sono ammontate a 29,6 miliardi a ottobre scorso contro i 22,7 mld del mese precedente. Nei primi dieci mesi del 2012 le entrate si attestano a 309,3 miliardi di euro. I dati di Bankitalia non corrispondono tuttavia all’ammontare dei tributi erariali effettivamente versati. I flussi mensili sono infatti rilevati al momento della contabilizzazione in bilancio che, dal maggio ’98, non avviene più contestualmente al versamento.