Non solo Vasco. Nella giornata dei matrimoni che non ti aspetti ecco spuntarne un altro: quello di Luce Caponegro, in arte Selen. La ex pornodiva, diventata regina del genere a livello mondiale negli anni Novanta, si è sposata ieri pomeriggio nella basilica di San Giovanni Evangelista, a Ravenna, città in cui è cresciuta dopo essere nata a Roma il 12 dicembre del 1966. Il marito è il terapeuta siciliano Antonino Putortì, esperto di tantra, da cui l’attrice, 45 anni, ha già avuto un figlio 5 anni fa.

Per preparasi all’evento, poche settimane fa Selen aveva ricevuto la cresima da monsignor Giuseppe Verucchi, vescovo di Ravenna-Cervia, lasciando di stucco i suoi tanti sostenitori di un tempo. In realtà, per chi frequentava le chiese della città romagnola, già negli ultimi anni non era difficile incontrare l’ex pornodiva alle messe, magari proprio insieme al suo nuovo marito. In completo anonimato. “La fede l’ho sempre avuta, è stata una costante della mia vita. Ho sempre creduto in qualcosa di superiore e l’ho sempre ricercato attraverso varie pratiche. Una fede che va al di là del cattolicesimo, qualcosa di ancora più universale”, aveva detto in una intervista di un mese fa. “Se la gente non sa questo di me è proprio perché non ho mai usato questa mia ricerca spirituale per farmi pubblicità”, continuava l’attrice. “È il mio giardino segreto che oggi è venuto fuori solo perché fa notizia il mio prossimo matrimonio”.

Selen, già sposata una prima volta con rito civile quando aveva 18 anni e la cui ultima pellicola hard risale ormai al 1999, ad aspettarla sul sagrato della chiesa ieri ha trovato anche qualche suo vecchio fan e tanti curiosi. “Vai Luce”, le hanno gridato applaudendola. Del resto, dopo la morte di Moana Pozzi nel 1994, nella seconda metà del decennio l’attrice ravennate era da tutti considerata l’unica possibile erede artistica della pornostar scomparsa, soprannominata, non a caso, il Mito. Con 30 film in meno di dieci anni di carriera, in poco tempo e anche grazie all’aiuto del suo primo marito Fabio Albonetti, il nome di Selen diviene noto al pari di personaggi come Cicciolina e Rocco Siffredi.

Al culmine della notorietà nel 1999 Selen smette di girare film hard e comincia a calcare gli studi televisivi. Forte della fama di porno attrice partecipa come ospite in programmi di varietà e intrattenimento: Maurizio Costanzo Show, Unomattina, Domenica In, I fatti vostri, Ciro, Omnibus. Nel 2004 entra anche nel club dei partecipanti ai reality show nostrani entrando nel cast de La Fattoria. Poi c’è il cinema, quello non porno si intende. Nel 2003 Selen arriva addirittura al festival di Cannes con il film B.B. e il Cormorano.

Infine, negli ultimi anni una nuova trasformazione: prima prende il diploma da estetista poi, nel 2010, intraprende la carriera di dee jay. “In questi ultimi cinque anni mi sono continuata a formare sia come estetista che come operatrice del benessere, una nuova figura più completa che considera l’essere umano nella sua globalità di corpo, mente e anima”, spiega oggi Selen. “Ora sono al lavoro per realizzare un centro benessere olistico con il mio compagno terapeuta”.