“Caro Solieri, vai a farti fott…”. A Vasco Rossi non deve essere proprio piaciuta l’intervista del suo storico chitarrista Maurizio Solieri in cui il musicista parlando del Blasco ha detto: “Lo conosco dal 1977 ma ultimamente sembra incazzato con il mondo: forse non sta bene”. E ancora: “Lavoro ancora con lui ma i rapporti sono solo professionali. Non lo sento da un anno”. Dopo averla letta, Vasco ha messo mano alla tastiera del computer ed ha scritto una lettera al calor bianco a Solieri.

Una lettera che finisce con un “abbi cura di te” che suona proprio come un addio e che naturalmente Vasco ha pubblicato su Facebook, ormai il suo mezzo prediletto (solo sabato ha pubblicato sempre sul social network in anteprima anche il nuovo pezzo scritto per Patty Pravo).

“Dici che ultimamente sembra sia incazzato con il mondo?..forse non sto bene? Ma vai a farti fottere anche te insieme a tutti gli altri”, scrive Vasco, aggiungendo: “Io incazzato lo sono stato sempre! Col mondo, con me e anche con te!..E non sono mai stato bene. Io sto male! Mi meraviglio che non tu l’abbia mai capito. Ma tu ascoltavi solo la tua chitarra e anche oggi in ogni intervista dimentichi che hai potuto esprimere il tuo talento solo grazie a me”.

Il rocker di Zocca entra poi nel merito professionale e non e’ tenero, confessando a Solieri che sono dieci anni cha ad ogni tour si interroga se lasciarlo a casa: “A noi serve un chitarrista ritmico non un altro solista rimasto negli anni ottanta. Poi alla fine per affetto per la storia per i fans decidevamo ogni anno di prenderti. Questa e’ la verita’ caro Solieri”. Infine sui loro rapporti solo professionali aggiunge: “Dici che lavori ancora per me ma i nostri rapporti sono solo professionali? Ma e’ sempre stato cosi’. Perche’ lo dici oggi come fosse strano? Non ci siamo mai frequentati al di fuori del palco”