Due grandi città, due stazioni; una ferroviaria l’altra di una metropolitana. Dopo alcuni episodi di violenza sessuale la cronaca registra tre casi di molestie in poche ore, anche se gli aggressori sono stati bloccati e arrestati. A Roma il maniaco ha atteso che la donna entrasse nei servizi igienici della stazione ferroviaria Trastevere e si è avventato su di lei.  L’aggressore, un romeno di 35 anni, in Italia senza fissa dimora e incensurato, è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale dai carabinieri della stazione Roma Porta Portese. Il suo “approccio” è stato fermamente respinto dalla vittima, una donna di 45 anni originaria di Terni, ma da tempo residente a Roma, che è riuscita a divincolarsi e a uscire dai bagni, richiamando l’attenzione della pattuglia dei carabinieri, in servizio insieme ai militari dell’Esercito Italiano nell’area dello scalo ferroviario. Il molestatore romeno è stato trattenuto in caserma, dove rimarrà in attesa di essere processato per direttissima. 

A Milano uno straniero ha aggredito due donne, la scorsa notte, in metropolitana. Le due vittime, di 24 e 32 anni, sono state palpeggiate in due momenti distinti all’interno della stazione Sant’Ambrogio, in centro, da un giovane cingalese che poi è stato trattenuto dal personale dell’Atm (l’azienda dei trasporti milanesi, ndr) e quindi arrestato dalla polizia. L’extracomunitario, ha 37 anni, è regolare sul territorio italiano e ha detto di essere sposato e di lavorare come domestico. Intorno alle 23.30 di ieri ha cominciato ad aggirarsi nel mezzanino della Linea 2 fino a quanto ha visto una ragazza, la 24enne, l’ha avvicinata e ha cominciato a strattonarla. Lei però si è divincolata e si è rifugiata, facendo finta di chiedere aiuto, in un gabbiotto per le foto tessera. Quando però è uscita il cingalese si trovava ancora lì e l’ha aggredita palpeggiandola. Ma ancora una volta la ragazza è riuscita a scappare e a fuggire in direzione del mezzanino dove si trova il personale dell’Atm. Proprio mentre spiegava all’addetto di stazione quello che le era accaduto ha visto l’uomo che importunava un’altra donna, la 32 enne, che cercava di salire sulle scale di un’uscita. Ancora una volta lui ha assalito di spalle palpeggiando insistentemente la malcapitata.  Nei giorni scorso sono stati registrati nel capoluogo lombardo tre episodi, il più grave quello che ha visto una mamma aggredita e violenta nel parco Litta. A Voghera, dopo una serata in discoteca, una ventunenne è stata assalita da tre uomini poi arrestati dai carabinieri.