Avrebbe compiuto il suo quarto di secolo, Marco Simoncelli, se fosse stato ancora tra noi. Nel giorno del suo compleanno sono accorsi oltre 6 mila amici e fan al 105 Stadium di Coriano di Rimini. Un successo da tutto esaurito. Due ore e mezzo di risate, musica e filmati per ricordare il Sic. Si sono alternati sul palco i comici Giuseppe Giacobazzi, i Mancio e Stigma, Paolo Migone, Giovanni Cacioppo, Rocco Gigolò, Giovanni Vernia, Duilio Pizzocchi e la Super Amici Band.

Così ha voluto ricordarlo la sua famiglia, come se fosse una festa per il figlio ancora in vita. E vivo Marco lo è ancora nel cuore di tutti coloro che continuano ad amarlo per quel ragazzo semplice che era. A lui la serata sarebbe piaciuta: il clima era allegro e il denaro raccolto, non poco, è andato alla fondazione Simoncelli 58, che è nata con lo scopo di fare beneficenza.

Se si visita il sito della onlus alla voce “Chi siamo” sembra di sentire parlare proprio il Sic, con la sua cadenza e quelle espressioni da romagnolo della costa: “Diobò, grazie a tutti per essere venuti su questo sito. Dateci una mano, aiuteremo un sacco di gente! … Perché bisogna crederci in quello che uno fa e darci gas!”. Tra le migliaia di sostenitori di Marco, alcuni sono giunti appositamente anche dall’estero. Fra i locali qualcuno si è presentato in moto, sfidando il clima, con tanto di tuta da corsa. Risultato: non un posto libero per il campione sorridente dai capelli ricci.

L’evento è stato presentato da Sergio Sgrilli che in un comunicato ha anticipato la presenza di altri campioni delle due ruote fra il pubblico: “Ci saranno Valentino Rossi, Andrea Dovizioso e Mattia Pasini, i piloti amici di Marco”.

Non sono neanche tre mesi che il Sic è morto correndo sul circuito di Sepang, durante il Gran Premio della Malesia e l’emozione è palpabile, nel palazzetto, quando vengono proiettati i video che lo ritraggono nella vita di tutti i giorni: Marco che scherza e ride, Marco che fa motocross in un campo innevato davanti a casa, Marco che guida un’auto da rally. Alla fine il papà Paolo Simoncelli fa commuovere tutti salendo sul palco a mostrare un video di quando il campione era ancora un bambino.

Per Coriano, il paese dove Marco è cresciuto, il numero 58 è già parte della sua storia: il Comune intitolerà a Simoncelli il palazzetto dello sport. Eron, lo street artist riminese quotato internazionalmente, ne decorerà una parete con un grande mural. Merito anche di Ministero e Prefettura che hanno rilasciato in tempi record le necessarie autorizzazioni per intitolargli la struttura, prima che trascorressero 10 anni.

Non basta il palazzetto. Anche l’azienda Tram ha deciso di omaggiare il Sic. La linea di bus Coriano-Aquafan-Riccione diventerà la numero 58. Intanto è già partita la raccolta di fondi, tra cittadini e tifosi, per posizionare una statua in bronzo di Marco nei giardini pubblici di Coriano. Il Comune inoltre ha donato alla famiglia Simoncelli il volume con la rassegna stampa sulla scomparsa di Marco. A realizzarlo la biblioteca comunale “Battarra”, grazie al contributo della Petroltecnica e di Valleverde, due aziende di Coriano.

Infine, tra un clippino e l’altro, anche il grande amico Vasco Rossi ha voluto ricordare Sic sulla sua pagina Facebook con “un buon compleanno” e postando il video di Siamo solo noi, come il ruolo del duro rocker vuole, ma anche con una lacrima che scivola lieve sul viso.

e.b.