La telefonata pubblicata dal giornalista di Libero Franco Bechis su youtube, in cui un dirigente del Pdl sembra dare conferma alle dimissioni di Berlusconi: “Doveva andarsene subito”. Segue una serie di considerazioni poco eleganti sul premier. Ma chi è il compagno di partito che osa dare al premier della “testa di cazzo”? In redazione le ipotesi si sprecano: Osvaldo Napoli, Guido Crosetto? O il maggiordomo Alfredo? Solo a tarda sera l’enigma viene svelato e Crosetto ammette: “Sono io quello della telefonata, non mi va di dire balle”. E poi aggiunge: “La mia privacy è stata violata”

Ma prima di crollare e di ammettere ufficialmente di essere lui “la voce”, il sottosegretario alla Difesa tenta per l’ultima volta di negare i fatti ai microfoni della Zanzara, ma senza troppa convinzione