“Votare Pdl è importante per rafforzare il governo. Io non penso affatto di andare al Quirinale. Penso a governare, ma soprattutto a impedire che la sinistra possa ritornare al governo perché conosciamo ciò che ha fatto negli anni. I sondaggi confermano che siamo il governo e il Presidente del Consiglio che raccoglie maggiori apprezzamenti in Europa”. Lo afferma Silvio Berlusconi, oggi impegnato nella campagna elettorale a Napoli.

Il premier è tornato anche a parlare delle amministrative a Milano e si è scagliato contro l’avversario di Letizia Moratti, Giuliano Pisapia, accusandolo di essere alleato con i violenti: “Da diciotto anni sono attaccato da accuse infondate dai procuratori del palazzo di giustizia di Milano, 30 accuse che hanno provocato 30 processi, 24 processi sono già ultimati, e i colleghi dei pubblici ministeri che sono dei giudici mi hanno assolto da tutte le accuse. Io credo che il candidato della sinistra non possa dolersi per qualcosa che c’è stato. Pisapia è uomo di sinistra, si vuol far passare per un moderato ma ha tutta una storia di sinistra, è rimasto in Rifondazione comunista fino a pochi anni fa e poi ha degli alleati che sono l’estrema sinistra e i centri sociali che sono un covo di violenti e dei facinorosi, credo sia questa la cosa importante e non quello che è avvenuto ieri sera in trasmissione”, ha aggiunto il Cavaliere. “Quindi – ha proseguito il premier – che ci sia stato un ricordo di questo genere da parte della nostra candidata in una campagna elettorale che la sinistra ha segnato con i suoi attacchi e le sue violenze verbali facendone quasi una campagna da guerra civile, ogni tanto è giusto che anche Letizia tiri fuori le unghie”.

Infine la promessa per Napoli: “Fermeremo gli abbattimenti delle case abusive“. Il provvedimento, ha annunciato, “è già pronto,  lo farò vedere domani”. Domani, ha detto, “nel mio incontro con i cittadini di Napoli farò vedere che ho pronto il provvedimento che sospenderà gli abbattimenti delle case per valutare il problema in vista di una soluzione. Il provvedimento prevede la sospensione degli abbattimenti fino alla fine dell’anno in modo che avremo tutto il tempo per rimediare ad una situazione insostenibile”. Sulla nuova emergenza rifiuti del capoluogo campano, il Cavaliere ne ha nuovamente attribuita la responsabilità all’amministrazione comunale. “Nel 2008 siamo riusciti a mettere fine alla tragedia che aveva portato Napoli in negativo in tutto il mondo – dice – poi ho lasciato tutto nelle mani dell’amministrazione comunale, indicando ciò che doveva essere fatto, due termovalorizzatori e nuove discariche. Non è stato fatto nulla di questo. Ancora siamo dovuti intervenire con i militari. Penso che la soluzione sia possibile solo se si realizzeranno i termovalorizzatori. La Regione ha rispettato tempi degli appalti e il problema e’ il periodo di transizione. La differenziata sara’ la sfida principale della nuova amministrazione che ho fiducia sarà targata Gianni Lettieri. Credo che con l’ausilio di Guido Bertolaso, che si e’ offerto di aiutare, si potrà risolvere tutto”.