“Un premio in quanto regista donna? Non per me, grazie”. Per fortuna il Ciak d’Oro – Colpo di fulmine che Valeria Golino si è meritata ieri sera per Euforia è ben distante da tale motivazione, e infatti ha suscitato il sorriso dell’autrice e attrice italo-greca. Che tuttavia non manca di fare le sue valutazioni sulle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“La buona novella”: De André rivive con Cristiano e la Pfm

prev
Articolo Successivo

Mario D ce l’ha con Angela M, ma fa incazzare Donald T

next