Golfo di Oman

“È stato uno Stato”: la denuncia (anonima) degli Emirati all’Onu

Attacchi alle petroliere - Gli sceicchi consegnano l’inchiesta sui sabotaggi del 12 maggio: “Hanno una regia ben definita”. Ma non fanno nomi (Iran)

8 Giugno 2019

Quando il 12 maggio scorso alcuni sommozzatori attaccarono con un sistema magnetico le cosiddette “mine patelle” agli scafi di quattro navi cisterne che stavano transitando nello Stretto di Hormuz – rotta cruciale per il trasporto del petrolio e del gas proveniente dai paesi del Golfo – per danneggiarle e provocare dispersione di greggio, l’Arabia Saudita, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Gentile utente ti informiamo che gli articoli 4 e 6 delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori” relativi, in particolare, all’accesso ai contenuti e alle notizie pubblicate sul sito sono state modificati.

Ti invitiamo quindi a prendere visione della nuova versione delle “Condizioni di Utilizzo dei Servizi offerti tramite registrazione ai Lettori”, cliccando qui