Quirino Principe mi toglie il non invidiabile privilegio di essere il decano fra gli storici italiani della musica. Mi auguro continui a lungo a togliermelo. È scrittore di cultura sterminata: non solo nella musica, ma nella germanistica e nella classicità greca e latina. Fu, tra l’altro, lui, molti decenni fa, a scoprire e introdurre in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La mia Sicilia: addio cliché di “sante e buttane”

prev
Articolo Successivo

Scorsese contro Tarantino e Al Pacino sfida Al Pacino

next