Uno dei grandi meriti della mobilitazione per il clima che Greta Thunberg ha saputo innescare è il suo carattere quintessenzialmente internazionale. In un momento in cui i fantasmi dei nazionalismi riprendono carne e riprendono armi, abbiamo bisogno come il pane di ricordare a noi stessi il nostro comune interesse generale: la salvezza comune dell’umanità dal […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Acqua pubblica, la crociata grillina arriva in Aula

prev
Articolo Successivo

“Io, ambasciatore dell’Unesco. Porto simpatia, oltre non vado”

next