Fine agosto 2018, squilla il telefono: “Mi chiamo Marika Pecchioli…”. La donna si presenta così, telefonando da un numero anonimo, al più acerrimo avversario fiorentino di Matteo Renzi, Alessandro Maiorano, dipendente del Comune di Firenze che dal 2011 ha più volte – senza risultati – denunciato l’ex premier. “Lei è un mito per me”, gli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

I pm: “Disegno criminoso da tempo”

prev
Articolo Successivo

Cerchi lavoro? C’è Tiziano, il “babbo” di tutta Rignano

next