Il presidio a Ghat, nel Fezzan, a sud della Libia, di fronte al Niger, per presidiare il punto più caldo del traffico di migranti? Il governo italiano, nel giugno scorso, l’ha inaugurato soltanto sui media: non esiste ancora. E i 20 gommoni per presidiare le coste e bloccare le partenze? Mai arrivati. E gli hotspot […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

L’Onu e il seggio per l’Ue nel Consiglio di Sicurezza: quanti tentativi falliti

prev
Articolo Successivo

Il governo del ricatto: il nostro pizzo ai libici non basta mica più…

next