È un sabato afoso di fine estate a Palmela, mezzora a sud di Lisbona. Siamo nel grande parcheggio AutoEuropa, dove vengono assemblati i suv T-Roc della Volkswagen. Dentro, crescita economica, innovazione. Fuori, il campo di fortuna improvvisato da chi le auto le trasporta : fornelli elettrici, asciugamani stesi, resti di cibo, odore di urina e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La vigetta di Mora

prev
Articolo Successivo

Mr. anticorruzione (e anti-Lula) dice sì a Bolsonaro

next