Parola d’ordine: “Makhach”. Scontro pianificato dopo la partita tra i tifosi dei due club. Con tanto di regole improntate al fair play: numero “equo” di combattenti, magliette coi colori delle rispettive squadre, video degli scontri da riversare in rete. Ma a Londra, giovedì 5 aprile 2018, il Makhach non c’è stato dopo Arsenal-Cska Mosca, partita […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Paghe basse e multe, i riders fanno squadra

prev
Articolo Successivo

Le curve nere d’Europa: lotte di potere e faide etniche

next