“Torna a Udine, torna a Udine, what have New York that Udine don’t have?”. Così canta Ruggero dei Timidi, versione friulana di Elio e le Storie tese. Già: “Cos’ha New York che Udine non ha?”. La capitale del Friuli è così ai margini dell’Italia da sentirsi al centro del mondo. Città tranquilla, soddisfatta e orgogliosa, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

La Boccassini torna: sarà capo del pool contro la corruzione

prev
Articolo Successivo

Non solo record di librerie, oggi si punta anche sul tajut di vino

next