/ di

Claudio Fava Claudio Fava

Claudio Fava

Giornalista, politico e scrittore

Claudio Fava, 53 anni, scrive da quando ne aveva diciotto. Da qualche anno s’è appassionato a raccontare storie anche per il cinema (“I cento passi”) , per la televisione e per il teatro. Fa politica a sinistra perché – dice lui – è giusto così. Due figli e un breve passaggio dalla nazionale giovanile di pallanuoto: 35 anni fa!

Blog di Claudio Fava

Politica - 2 novembre 2012

Caro Crocetta, Giuseppe Fava non è un trofeo

Non ho sentito dire a nessun giudice, mai, che lui era il nuovo Giovanni Falcone. Non ho mai sentito dire a un carabiniere che lui era il nuovo Carlo Alberto dalla Chiesa. Non ho mai sentito dire a un poliziotto che lui era il nuovo Ninni Cassarà. Non ho mai sentito dire a un dirigente […]
Politica - 29 agosto 2012

Destra-sinistra: dal conflitto nascono cose buone

Non sono sicuro che vent’anni fa sia davvero finita la prima Repubblica. Sono scomparsi alcuni partiti, sono “scesi in campo” nuovi protagonisti, ma se la prima Repubblica era caratterizzata da un’asfissiante pervasività dei partiti nella vita pubblica (Rai, sottogoverno, sanità, giornali…) mi sembra che non siamo andati poi così lontani da quel modello. Peraltro, perché […]
Cronaca - 7 giugno 2012

Brindisi e il Paese dei segreti

Terrorismo internazionale, i Corleonesi, la strategia della tensione, la Spectre… Sulla bomba di Brindisi abbiamo collezionato un imbarazzante numero di congetture, mandanti e moventi. Oggi scopriamo che (forse) dietro quel massacro c’era la solitaria follia di un un anziano. Se siamo stati educati alla caccia agli untori, se in questo paese si grida subito alle trame e […]
Giustizia & Impunità - 1 novembre 2011

Lessico e nuvole

Un tempo non esistevano, nel lessico della buona politica, parole più limpide di Partigiano e Costituzione. Declinarle insieme era segno di memoria e rigore morale. Adesso se un magistrato si dice partigiano della Costituzione viene messo all’indice da una parte del mondo politico e da molti suoi benpensanti colleghi. Il giudice Ingroia ha fatto quello […]
Giustizia & Impunità - 18 ottobre 2011

Le leggi liberticide non servono

Per fermare i teppisti con casco e felpa nera non servono gli arresti preventivi, la sospensione dei diritti e delle libertà costituzionali, lo stato di polizia: sarebbe bastato che agli agenti della celere, spettatori immobili dei saccheggi di sabato pomeriggio (banche, supermercati, auto incendiate), fosse stato ordinato di intervenire. L’ordine non è arrivato e i saccheggi […]
Cronaca - 15 ottobre 2011

La solidarietà di Draghi? Cornuti e mazziati…

Il governatore uscente della Banca d’Italia Mario Draghi dice d’essere solidale con gli “indignati”, i giovani italiani che protestano per una crisi economica che colpisce anzitutto le loro vite e il loro futuro. Due giorni fa Luca Cordero marchese di Montezemolo aveva detto altrettanto: fanno bene questi ragazzi a protestare… Si tratta, com’è noto, di […]
Politica - 6 ottobre 2011

Il partito popolare dei padroni

Luca Cordero marchese di Montezemolo ci fa sapere che non vuole un partito dei padroni ma intende fondare un movimento popolare. Peccato. In un tempo in cui tutti vogliono fondare nuovi partiti rigorosamente popolari (a suo modo lo è anche “Forza Gnocca”, battezzato ieri dal Cavaliere), la notizia sarebbe stata un padrone che vuole fare […]
Giustizia & Impunità - 25 febbraio 2011

Catania: non è una storia di lap dance

Non esiste altra città al mondo in cui tutto il potere (politico, editoriale, economico) sia concentrato in così poche mani e tasche: è così a Catania, ostaggio da molti anni del democristiano Raffaele Lombardo, governatore della Sicilia, e dell’editore Mario Ciancio, padrone di ogni parola che viene pubblicata sui quotidiani dell’isola. In nessun’altra città d’occidente […]
Politica - 3 novembre 2010

Bersani stacchi la spina al governo Lombardo

Bene ha fatto il segretario del Pd Bersani a chiedere a Fini di staccare la spina al governo Berlusconi. Vorrei rivolgergli adesso la medesima richiesta a proposito della Sicilia: stacchi, onorevole Bersani, la spina al governo Lombardo, eviti che il Pd continui a rendersi complice e subalterno al peggior esecutivo nella storia dell’Isola. Soprattutto oggi […]
Politica - 26 settembre 2010

La rivoluzione costa, compagni…

“Siamo noi i veri rivoluzionari“, ha urlato Beppe Grillo dal suo palco di Cesena: prossimo passo, far eleggere sei o sette onorevoli a Montecitorio. Per chi volesse approfondire, l’appuntamento è nei teatri del suo tour, a partire dal 5 ottobre: trentatré euro il biglietto d’ingresso. Che dire? La rivoluzione costa, compagni…
Berlusconi, un’ipotesi mentre parliamo d’altro
Bersani: “Da ticket Di Pietro – Grillo niente di utile per il Paese”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×