Due forti scosse di terremoto sono state avvertite, la prima intorno alle 12.25 e la seconda un minuto dopo, ad Ascoli Piceno. Secondo una stima provvisoria dell’Ingv, la prima ha avuto una magnitudo compresa tra 3.9 e 4.4, la seconda fra 3.4 e 3.9. L’Ingv ha poi stabilizzato la rilevazione della magnitudo a 4.1 per la prima scossa e 3,6 per la seconda. L’epicentro si trova a Folignano (Ascoli Piceno, a 24 km di profondità). A seguito della scossa, la Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile si è messa in contatto con le strutture locali del Servizio nazionale della protezione civile. Dalle prime verifiche effettuate, informa il Dipartimento, l’evento risulta avvertito dalla popolazione, ma non sono stati segnalati danni a persone o cose. I vigili del fuoco al momento non hanno ricevuto richieste di intervento o segnalazioni di danni (che però potrebbero arrivare in un momento successivo) dopo le due scosse di terremoto, con epicentro a Folignano. Ma un elicottero sorvolerà tra poco la zona per una verifica della situazione dall’alto.

Quando sono state avvertite le due scosse di terremoto ad Ascoli Piceno la gente è uscita in strada. Sono uscite anche alcune scolaresche, come quelle della scuola media ‘Cantalamessa‘, che si sono radunate nel campetto dell’istituto. Altre scuole invece non hanno fatto uscire gli alunni. Non ci sono state scene di panico e ora la situazione è tornata normale. Successivamente un’altra scossa di magnitudo 2.5 è stata registrata con epicentro a 3 km da Civitella del Tronto (Teramo) alle 12:35. Si tratta della quarta scossa registrata nella zona dopo quelle con epicentro nelle Marche, nella vicina Folignano (Ascoli Piceno), registrate dall’Ingv alle 12:24, alle 12:25 e alle 12:27, rispettivamente di magnitudo 4.1, 3.6 e 2.0, le prime due avvertite distintamente anche nel Teramano. A Teramo evacuate le scuole primarie, come pure in alcuni paesi della provincia. Inoltre è stata sospesa la circolazione dei treni lungo la linea ferroviaria Ascoli Piceno-Porto d’Ascoli, fa sapere Trenitalia. Non ci sono convogli fermi lungo la linea. Si sta predisponendo il servizio sostituivo con autobus. In corso di approntamento una squadra di tecnici per verifiche della linea ferroviaria.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, i dati: 21.190 contagi nelle ultime 24 ore: tasso di positività al 12,7%. I decessi nell’ultima giornata sono 46

next