Un uomo di 53 anni è stato ucciso, mentre altre 3 persone sono rimaste ferite, durante durante gli scontri scoppiati nella città di Nablus, in Cisgiordania, durante gli scontri tra alcuni manifestanti e membri dei servizi di sicurezza. La vittima sarebbe stato colpita alla testa da un proiettile sparato da agenti palestinesi. Diverse persone hanno dato fuoco alle gomme, lanciato oggetti e sparato in aria alla rotatoria di Shuhada nel centro di Nablus per protestare contro l’arresto di un miliziano legato alle Brigate dei martiri di al-Aqsa da parte delle forze di sicurezza palestinesi. Nella vicina Jenin miliziani hanno sparato contro la sede delle forze dell’Anp

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

No all’aborto, deportazione degli immigrati e nessuna condanna del franchismo: ecco cosa chiede Vox, partito spagnolo spinto da Meloni

next
Articolo Successivo

Iran in ‘pre-rivoluzione’: la morte di Mahsa Amini e la salute di Khamenei sono gli elementi decisivi

next