La marcia aveva regalato l’unica gioia per l’atletica azzurra ai Mondiali di Eugene, sempre la marcia garantisce all’Italia la prima medaglia agli Europei di Monaco 2022. Un sorprendente Matteo Giupponi ha conquistato il bronzo nella 35 km, chiudendo in 2h30’34” alle spalle dello spagnolo Miguel Angel Lopez (oro in 2h26’49”) e del tedesco Christopher Linke.

Così a 33 anni il bergamasco è riuscito a mettersi al collo la prima medaglia internazionale della sua carriera. In precedenza, nel lontano 2009, aveva ottenuto il bronzo agli Europei U23. Nel massimo circuito però non era mai riuscito a replicare quel risultato, fino all’exploit di questa rassegna tedesca. Il suo miglior risultato era stato l’ottavo posto nella 20 km alle Olimpiadi di Rio 2016.

Giupponi ha difeso nel migliore dei modi i colori azzurri orfani di Massimo Stano. Il fresco campione mondiale sulla distanza – l’oro conquistato appunto a Eugene – non ha preso parte alla competizione per concentrarsi sulla 20 km, gara in cui invece è campione olimpico in carica. Nonostante la sua assenza, il record europeo di 2h23’14” fatto registrare da Stano poco meno di una mese fa nella rassegna iridata statunitense non è stato nemmeno avvicinato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Matteo Berrettini esce al primo turno (anche) a Cincinnati: la beffa della sconfitta senza aver mai perso il servizio

next