Matteo Berrettini sta vivendo un momento di difficoltà. Il tennista azzurro dopo essere uscito di scena al primo turno di Montreal, è stato subito eliminato nel Masters 1000 di Cincinnati. Il romano è stato sconfitto da Frances Tiafoe dopo tre ore di gioco: il match è terminato 7-6 4-6 7-6 in favore dello statunitense. La beffa per l’italiano è aver perso senza aver subito alcun break. Segno di come Berrettini, certamente alla ricerca del suo miglior gioco, sia stato anche sfortunato: in Canada è uscito contro il vincitore del torneo, mentre la sconfitta con l’americano è stata frutto degli episodi.

Berettini, infatti, non ha mai perso il servizio: fatali sono stati il tie-break del primo e del terzo set. L’incontro ha fatto tornare alla mente la semifinale di Wimbledon 1991 tra Michael Stich e Stefan Edberg. Uno degli esempi più noti di sconfitte senza mai subire un break. Lo svedese perse in quattro set 4-6 7-6 7-6 7-6 senza mai cedere il servizio. Ora Berrettini deve ricaricare le batterie lasciandosi alle spalle queste due sconfitte al primo turno in vista degli Us Open. L’ultimo Slam della stagione scatta lunedì 29 agosto.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Europei atletica 2022, Marcell Jacobs a caccia dell’oro (e del riscatto). Ecco quando corre i 100 metri – ORARI e TV

next
Articolo Successivo

Europei Atletica 2022, arriva la prima medaglia per l’Italia: Matteo Giupponi è bronzo nella 35km di marcia

next