Marcell Jacobs è finalmente pronto per tornare in pista agli Europei di atletica. Il campione olimpico dei 100 metri è in cerca di riscatto dopo una stagione complicata in cui gli infortuni l’hanno fatta da padrone e lo hanno costretto a rinunciare a molti eventi importanti. Uno su tutti il Mondiale di Eugene dove l’azzurro, dopo aver superato la batteria ed essersi qualificato per la semifinale, era stato costretto ad abbandonare per via di una contrattura muscolare. Ora Jacobs vuole prendersi la rivincita dopo un’annata dolorosa. L’obiettivo a Monaco è vincere l’oro europeo. Il velocista corre oggi, martedì 16 agosto: alle 20:45 è in programma la semifinale, alla quale seguirà l’eventuale finale, alle 22:15.

L’italiano ha potuto beneficiare dell’esenzione in batteria in quanto tra i migliori 12 atleti del ranking continentale potendo concentrarsi esclusivamente sulla giornata odierna. Gli avversari sono alla sua portata. I più temibili sono i britannici Zharnel Hughes, campione uscente e Reece Prescod, argento a Berlino 2018. Tutti, tifosi e non, si aspettano il metallo più pregiato anche se le condizione di forma dell’azzurro non si conoscono e sono tutte da verificare. Jacobs può diventare il terzo uomo della storia a vincere l’Europeo dopo l’Olimpiade. In precedenza, solo il sovietico Valeriy Borzov (Monaco 1972-Roma 1974) e il britannico Linford Christie (Barcellona 1992-Helsinki 1994) sono riusciti nell’impresa. Gli Europei di Atletica di Monaco sono visibili su sui canali della Rai e in diretta streaming su Rai Play.

Europei Atletica Monaco, il programma dei 100 metri
Semifinali: ore 20.45 – Rai 2

Finale: ore 22.15 – Rai 2

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nuova Serie A, vecchio Dazn. Ora la bocciatura è definitiva: il calcio in streaming era una buona idea ma è fallita miseramente

next
Articolo Successivo

Matteo Berrettini esce al primo turno (anche) a Cincinnati: la beffa della sconfitta senza aver mai perso il servizio

next