Un uomo è deceduto mentre festeggiava il suo 40esimo compleanno insieme ad amici e parenti. Antonio Andreani, questo il nome della vittima, aveva affittato una villetta ad Erice, nel trapanese per celebrare la ricorrenza insieme ai suoi cari. Proprio durante la festa l’incidente: Andreani è precipitato in un pozzo profondo più di 25 metri.

Secondo una prima ricostruzione Andreani stava ballando sopra la copertura di uno scavo, quando la lastra ha ceduto e lo ha fatto cadere nel vuoto. Poche le possibilità di salvarsi, il 40enne si è procurato una ferita alla testa che ne ha provocato immediatamente il decesso. L’incidente si è verificato intorno a mezzanotte e gli invitati hanno subito allertato i soccorsi. Purtroppo nel pozzo erano presenti circa 7-8 metri di acqua che hanno permesso ai vigili del fuoco e ai carabinieri di recuperare il corpo soltanto alle 4 del mattino, dopo che i sommozzatori avevano finito di aspirare il liquido.

La salma è stata poi trasferita all’obitorio di Marsala, in attesa dell’esame autoptico disposto dalla procura di Trapani.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, “i casi reali potrebbero essere pari al 5% della popolazione circa 3 milioni di persone”

next
Articolo Successivo

Matera, il momento dello “strazzo” della Festa della Bruna: i fedeli all’assalto del carro della Madonna

next