Contestato, a Palermo, il ministro della Salute, Roberto Speranza, al grido di “assassino”. Il segretario di Articolo Uno era in città per lanciare la candidatura di Franco Miceli. Fuori da Villa Filippina, dove era in programma l’incontro, ci sono stati momenti di tensione tra la polizia e alcuni manifestanti, vicini al partito Italexit, che hanno tentato di entrare nell’edificio, come ha raccontato il Giornale di Sicilia. Presente alla contestazione, sempre del partito fondato da Gianluigi Paragone, anche il senatore ex M5s, Mario Michele Giarrusso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Il viaggio a Mosca di Salvini? Il piano era avvertire il governo qualche ora prima di partire per non bruciarci. Putin era informato”

next
Articolo Successivo

Sondaggi, FQChart: centrodestra in calo, avanza Italexit

next