La Cina ha trovato il modo di rompere il… ghiaccio su un importante dossier geopolitico: nel 2013, per la prima volta, la “Yong Sheng” ha raggiunto l’Europa attraverso l’Artico. Così, una nave da carico è diventata il simbolo delle ambizioni del “Regno di Mezzo” nell’Estremo Nord. Avida di risorse naturali e agendo da Superpotenza presente in ogni parte del mondo, Pechino ha lavorato sodo per incrementare la sua influenza nella regione. Come membro del Consiglio Artico, sta investendo in giacimenti di gas, esportando il format della Via della Seta (Polare), strizzando l’occhio a Islanda e Norvegia per implementare commercio e turismo, rivendicando diritti in qualità di paese “vicino all’Artico”… Ma a cosa punta esattamente Xi Jinping?

Qui il documentario completo dal 10 maggio

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ucraina – Vivere a Kherson, occupata dai russi: “È come in una grande prigione, fuggire è impossibile. Manca tutto e si muore di fame”

next
Articolo Successivo

Libia, una milizia fondata e pagata dallo Stato compie crimini di diritto internazionale

next