Il programma della tv di Stato russa Channel One, “60 minutes“, ha mandato in onda alcuni giorni fa una simulazione, con tanto di mappa con le traiettorie, su come alcuni capitali come Parigi, Londra e Berlino sarebbero colpite e distrutte dai missili nucleari. L’estratto della trasmissione è stato tradotto e condiviso da Julia Davis, creatrice di Russia Media Monitor. “Un solo missile Sarmat e le isole britanniche non esistono più” dice Aleksey Zhuravlyov, presidente del partito russo Rodina. “Faremmo tabula rasa – prosegue – Questi missili non possono essere intercettati, le loro abilità in questo sono limitate. Dicono che possono abbatterli, ma vedremo”. Poi vengono mostrate le mappe con le traiettorie e viene calcolato il tempo. “Da Kaliningrad a Berlino ci vorrebbero 106 secondi, fino a Parigi 200 secondi, 202 secondi per Londra”.

Il video è stato condiviso su Twitter da Julia Davis

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, presidio a sostegno del popolo Hazara. Noury (Amnesty): “Massacrati in Afghanistan, ma ora questa crisi non interessa più”

next