“Io posso aver commesso errori come presidente del Consiglio ma se c’è una cosa che ho sempre perseguito in tutte le sedi é l’interesse nazionale. È un’infamità metterlo in discussione”. Così il presidente del Movimento 5 stelle Giuseppe Conte, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7, parlando della missione russa in Italia durante il Covid. “Questa missione è stata vivisezionata dal Copasir – ha aggiunto – e non ha ravvisato che questa missione ha travalicato i confini sanitari”. “Spionaggio? – ha concluso – Non sono emersi elementi di spionaggio”, sottolineando che tutti i comparti italiani hanno seguito l’intervento confinandolo in ambito sanitario.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La partigiana Alloisio a La7: “Sbagliato inviare armi all’Ucraina, così si allunga la guerra. Italia avrebbe dovuto trovare soluzioni diplomatiche”

next
Articolo Successivo

Guerra Russia-Ucraina, il sindaco di Kiev a La7: “Ogni concessione a Putin è pericolo per tutti”. E ai profughi: “Non rientrate, civili muoiono ancora”

next