Vladimir Putin continua a poter contare sui vertici della Chiesa ortodossa russa. Il patriarca di Mosca e di tutte le Russie, Kirill, ha lanciato un nuovo appello alla popolazione a raccogliersi intorno alle autorità e ai leader ha chiesto di ricordare le loro responsabilità ed essere sempre pronti a servire il loro popolo. Lo ha fatto nel corso di una cerimonia religiosa nella chiesa dell’Intercessione della Theotòkos, a Mosca, come riportato dall’agenzia di stampa Tass.

Nel suo discorso di fronte ai fedeli, il patriarca ortodosso ha affermato: “Possa il Signore aiutare tutti noi in questo periodo difficile per la nostra madrepatria per unirci tutti, anche attorno alle autorità, e le autorità a sentire la responsabilità per il popolo, l’umiltà e ad essere pronti a servirlo. Allora ci sarà nel nostro popolo una vera solidarietà e la capacità di respingere i nemici, sia interni che esterni”, ha detto.

Kirill ha poi aggiunto che il potere è “un’istituzione inalienabile, creata da Dio, che ha accompagnato l’umanità nella sua storia. Capita spesso che una persona che ha raggiunto il potere si dimentichi di tutto il resto e che usi questo potere per ampliarlo ulteriormente, o solo per vivere in modo più agiato”. Per il religioso, il potere è “pericoloso” e “a colui al quale viene dato, molto sarà richiesto”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ucraina, Di Maio: “Nato non può entrare in guerra, non lavoriamo a interventi diretti. Stiamo potenziando strumenti di deterrenza ai confini”

next