Due scuole, due artisti, due città: sono loro i protagonisti di un progetto di creatività urbana per una comunità della cura. In altre parole, grazie all’arte, messa in campo da chi già la sa fare e da chi la imparerà, due quartieri di Lecce e di Palermo cambieranno volto.

Sperone167 è un progetto che nasce dalla sinergia tra l’artista siciliano Igor Scalisi Palminteri, Afea Art & Rooms struttura ricettiva ed incubatore artistico, e l’artista salentino Cheko della 167/B Street. Un processo di rivitalizzazione dal basso di due quartieri periferici e popolari, lo Sperone di Palermo e la 167 di Lecce, che ha come punto di origine la realizzazione di due grandi interventi murari nei due siti. Un’idea semplice quanto rivoluzionaria: come cittadinanza dobbiamo prenderci cura dei luoghi in cui viviamo, perché dalla qualità dei beni comuni materiali e immateriali dipende la qualità della nostra vita.

L’intervento punta a generare, attraverso l’attività dei vari partner di progetto, un impatto diretto e indiretto sul territorio, grazie al coinvolgimento di diversi attori: le comunità scolastiche, attraverso la collaborazione con gli istituti comprensivi “Sperone-Pertini” di Palermo e “Stomeo – Zimbalo” di Lecce, così da rendere le bambine e i bambini delle aree coinvolte protagonisti delle azioni che modificheranno il volto dei loro luoghi del quotidiano, attraverso attività laboratoriali nelle due scuole e scambi tra le stesse; la comunità locale, attraverso uno spettacolare evento di lancio con il contributo del visual mapping di Odd Agency; la comunità turistica, raggiunta tramite i media partner di progetto, incluso Travel On Art, sempre più alla ricerca di esperienze di rigenerazione, che possano creare interesse verso luoghi normalmente esclusi dagli itinerari contribuendo a decongestionare i centri storici, ormai saturi.

Ogni fase del progetto sarà ripresa da Davide Currao, che dirigerà un documentario con protagonisti tutti gli attori di questo processo di ricerca e costruzione: Igor Scalisi Palminteri dialogherà con il quartiere 167 di Lecce, e Chekos dal Salento si sposterà a Palermo allo Sperone, entrambi per portare in nuovi luoghi i rispettivi linguaggi artistici. Entrambi saranno a contatto con una comunità pulsante, fatta di donne, uomini, bambini, imprenditori, viaggiatori, nella creazione di un movimento di consapevolezza sul quartiere e la sua storia che questa volta si svilupperà dal basso verso l’alto, dalla periferia al centro, lontano da un atteggiamento salvifico calato dall’alto.

Per dare una mano a questo progetto è stato lanciato un crowdfunding. Ne vale la pena.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alessandro Venturelli, i genitori si affidano ai social e si mobilita anche il Sassuolo calcio

next
Articolo Successivo

Una società che alza di continuo l’asticella delle nostre aspirazioni difficilmente produrrà felicità

next