Un incontro definito “cordiale” da entrambe le parti, con l’obiettivo di fare il punto sulla partita più importante, a pochi giorni dal fischio di inizio: il Quirinale. Il presidente del M5S Giuseppe Conte e il segretario della Lega Matteo Salvini si sono visti oggi a Roma. “Draghi? Non si parla di nomi, ma di schemi politici” ha detto il leader dei 5 stelle terminato il faccia a faccia. “C’è la consapevolezza di allargare lo spettro del confronto perché abbiamo bisogno di un presidente superpartes, autorevole, che rappresenti il più ampio schieramento delle forze politiche presenti in Parlamento e non possiamo quindi eleggere un presidente di parte. Ho rappresentato a Salvini l’esigenza di eleggere un presidente che possa rappresentare tutti”. L’ex presidente del Consiglio poi ha chiarito: “Non si è parlato di rimpasto, caro a Matteo Salvini, non si è parlato di questi dettagli”. Ma Salvini le ha detto se la candidatura di Berlusconi è ancora in campo? “Credo che abbiano in programma un incontro” ha concluso Conte

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elvira Evangelista, la senatrice traslocata a Iv “soffre” il giustizialismo grillino: ma prima elogiava l’ergastolo ostativo e la Spazzacorrotti

next
Articolo Successivo

Colle, i partiti senza nomi scivolano verso Draghi. Mentre dall’estero il premier è sponsorizzato da media e finanza (e vede Elkann)

next