Il virologo americano Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (Niaid), ha ricevuto a Roma all’Università Sapienza il dottorato di ricerca honoris causa in Advances in infectious diseases, microbiology, legal medicine and public health sciences‘. La cerimonia è stata aperta dalla prolusione della rettrice Antonella Polimeni. Presente in collegamento anche Thomas Smitham, l’incaricato d’affari ad interim presso l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia. Il riconoscimento assegnato a Fauci, in collegamento streaming dagli Usa, ha come motivazione il ruolo fondamentale del virologo “nello studio delle malattie infettive e immunomediate, con particolare riguardo ai primi studi pioneristici sulle infezioni da Hiv, alla messa a punto di misure di contenimento della trasmissione e di terapie efficaci contro l’Aids”, sottolineano dalla Sapienza.
“La Sapienza guarda ad Anthony Fauci come un esempio di eccellenza e dedizione nel campo delle malattie trasmissibili – ha affermato la rettrice Polimeni nella prolusione – Ha dato un immenso contributo agli studi pionieristici per la comprensione dell’Aids e allo sviluppo nuove terapie e degli strumenti di prevenzione”. Lo scienziato si è detto “onorato di ricevere un riconoscimento dalla Sapienza, una delle università più prestigiose del mio paese di origine. Io sono un italo-americano di seconda generazione e i miei genitori sarebbero davvero orgogliosi“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, gli studi preliminari sui test per rilevare la variante Omicron: “Salivari più affidabili”

next
Articolo Successivo

Omicron, l’epidemiologo Usa: “Ha tutte le caratteristiche di un’ondata endemica, alcuni paesi sono fuori dalla pandemia”

next