La notizia del mandato di arresto spiccato nei confronti di Nahitan Nández dopo una denuncia per violenza domestica, presentata contro di lui dalla sua ex fidanzata Sarah García è ampiamente commentata dai media in Uruguay, ma anche in Argentina, dove il calciatore attualmente in forza al Cagliari militò nel Boca Juniors, insieme a Carlos Tevez.

In particolare Ovación, sezione sportiva del quotidiano el Pais di Montevideo, ha sostenuto di avere appreso da fonti giudiziarie che i fatti oggetto della denuncia si sarebbero verificati al di fuori dell’Uruguay, più precisamente in Argentina e in Italia. Inoltre il giornale spiega che il mandato di cattura è valido per il territorio uruguaiano, e non a livello internazionale, per cui “bisognerà attendere le prossime ore che la Giustizia definisca questa situazione. Se estenderà la validità fuori dal confine nazionale o attenderà l’eventuale rientro del calciatore nel Paese per avviare una istruttoria”.

Infatti a fine gennaio, si ricorda infine, i giocatori convocati da c.t. della nazionale Diego Alonso per le qualificazioni ai Mondiali in Qatar dovranno raggiungere l’Uruguay. E dal 2015 Nández è normalmente convocato, ma non si sa se il nuovo c.t. Diego Alonso vorrà continuare su questa linea.

Proprio oggi il Cagliari Calcio aveva comunicato la positività al Covid-19 del calciatore, asintomatico e regolarmente vaccinato. Nandez ha svolto dei test sanitari nell’isola, programmati dal club per i calciatori di rientro dall’estero, che hanno dato quindi esito positivo: non è entrato in contatto con altri componenti del gruppo squadra e osserverà ora l’isolamento presso la propria abitazione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Salernitana, a poche ore dalla fine c’è almeno un’offerta vera: corsa contro il tempo per evitare la cacciata dalla Serie A

next