Crollano – come prevedibile – i tamponi e quindi i casi diagnosticati, ma raddoppia il tasso di positività. I dati di Santo Stefano (il giorno dopo l’entrata in vigore del decreto che ha imposto nuove restrizioni contro la variante Omicron) riportano 24.883 nuovi casi di Covid-19 in 24 ore, meno della metà dei numeri da record degli ultimi giorni (54.762 a Natale, 50.599 alla vigilia, 44.595 il 23 dicembre). Ma complice il Natale si riduce di quasi cinque volte il numero dei test processati, dai 969.752 di ieri (un record) ai 217.052 di oggi, 102.873 dei quali antigenici. E quindi schizza la percentuale di quelli positivi, dal 5,6% di ieri all’11,5% di oggi. I decessi registrati invece scendono a 81 (ieri erano 144).

I ricoverati nelle terapie intensive sono 1.089, 18 in più di ieri nel saldo tra entrate e dimissioni, con 85 nuovi ingressi. Nei reparti ordinari invece ci sono 9.220 posti letto occupati da pazienti Covid, 328 in più di ieri. La curva degli attuali positivi sale ancora (è in crescita costante dal 23 ottobre scorso) e raggiunge quota 516.839, un dato che non si toccava dallo scorso 13 aprile (erano 533.005). Oltre uno su cinque si trova in Lombardia, che ne conta 119.987, seguita dal Veneto (70.639) e dall’Emilia-Romagna (54.822). La Lombardia registra anche il maggior numero di casi giornalieri (4.581, tasso di positività al 13,2%), seguita dal Lazio (3.665, tasso di positività al 10%). Il totale delle infezioni registrate in Italia dalla comparsa dell’epidemia è di 5.647.313, di cui 4.993.863 dimessi o guariti e 136.611 deceduti.
La settimana dal 20 al 26 dicembre ha visto aumentare del 57,7% il numero di casi diagnosticati rispetto alla precedente: da 163.648 a 258.143. I decessi sono cresciuti del 19,7% (970 contro 810), gli ingressi in terapia intensiva dell’11,1% (647 contro 181), i nuovi ricoveri del 45,2% (1.494 contro 1.029). I test molecolari e antigenici effettuati sono stati 4.986.419 (una media di 712.346 al giorno) contro i 4.376.218 dei sette giorni precedenti (media di 625.174 al giorno). Nell’ultima settimana, infine, gli attuali positivi sono cresciuti del 40% (dai 369.703 del 20 dicembre ai 516.839 odierni) contro il 25% della settimana precedente (dai 290.757 del 13 dicembre ai 362.275 del 19 dicembre).
La campagna vaccinale non si è fermata nemmeno nel giorno di Natale: le dosi somministrate ieri sono state 35mila. Nel dettaglio, si tratta di 31mila terze dosi (per un totale di 17.053.754), 1.645 prime dosi e 1.930 persone che hanno completato il ciclo vaccinale con la seconda dose (per un totale di 46.210.775). Il 25 dicembre sono stati emessi 433.270 green pass, per un totale di 168.920.873. In soli tre giorni i nuovi certificati sono stati quasi quattro milioni: per la precisione 3.818.558, di cui 1.663.340 il 23 dicembre, 1.721.948 alla vigilia e 433.270 a Natale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Uccide la moglie malata gettandola in un fiume in Abruzzo: pensionato di 74 anni si costituisce

next
Articolo Successivo

Salerno, una tromba d’aria al largo della città nella mattinata di oggi. Le immagini in diretta sui social

next