Un milione di casi di variante Omicron nell’arco di un mese. La Gran Bretagna si prepara al peggio nel bel mezzo della nuova ondata di coronavirus che sta mettendo sotto pressione le strutture ospedaliere di mezza Europa. Il ministro della Salute, Sajid Javid, intervistato da Sky News, ha spiegato che con “questa nuova variante la nostra strategia è stata quella di guadagnare tempo per valutarla e anche per costruire difese protettive. Negli ultimi giorni abbiamo iniziato a saperne di più sulla variante. E una di quelle cose che abbiamo imparato è che si diffonde molto, molto rapidamente. Si diffonde più velocemente di qualsiasi altra mutazione di Covid che abbiamo visto finora”. È per questo che, a suo dire, “entro questo mese potremmo avere circa un milione infezioni nella comunità in tutto il Regno Unito”, con il Paese che oggi ha fatto registrare 50.867 contagi e 148 morti, anche se sulla vaccinazione obbligatoria che darebbe l’ultima necessaria spinta al piano d’immunizzazione dice di ritenerla ”eticamente sbagliata. Anche a livello pratico, non funzionerebbe”.

La curva dei contagi in diversi Paesi europei non accenna però a invertire il trend. E i numeri più impressionanti si registrano in Germania, dove nelle ultime 24 ore si sono contati oltre 70mila nuovi casi e altri 465 decessi. L’incidenza media settimanale rimane molto alta, a 422,3 casi ogni 100mila abitanti, con 351.148 contagi accertati negli ultimi sette giorni. Chi si trova in una situazione simile e vuole quindi spingere per una più rapida vaccinazione è la Francia, dove i farmacisti “che vorranno” potranno restare aperti d’ora in poi tutte le domeniche per i mesi di dicembre e gennaio, come annunciato dal ministro della Salute, Olivier Véran: “La Francia – ha detto a France 2 – è uno dei Paesi al mondo che vaccina di più con la dose di richiamo, ieri 650mila francesi si sono vaccinati”. Ma, ha aggiunto, “bisogna andare più veloci, più forte, è urgente. Moltiplichiamo il numero di centri in cui si può vaccinare, medici in libera professione, farmacisti, medici convenzionati, terapeuti, ostetriche, infermieri, a loro arriveranno questa settimana oltre 4 milioni di dosi di vaccini a Rna messaggero”. Questo anche a fronte del nuovo record di contagi quotidiani di ieri, 72.000 in 24 ore, “mai registrato dall’inizio della pandemia”.

In Australia, il vice premier Barnaby Joyce è risultato positivo dopo l’arrivo negli Usa per una visita ufficiale. Joyce, riporta la Bbc, afferma di credere di aver contratto l’infezione durante una visita a inizio settimana nel Regno Unito. Ha fatto sapere di essere in isolamento con sintomi lievi e rimarrà in quarantena per dieci giorni. Cancellati tutti gli impegni in presenza con gli interlocutori americani. Tra le persone che ha incontrato a Londra ci sono anche Dominic Raab e Grant Shapps.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Pechino 2022, la Cina: “Il boicottaggio diplomatico è una manipolazione politica. Usa e alleati pagheranno”

next
Articolo Successivo

Nuova Zelanda, il tabacco sarà illegale per i più giovani: “Vogliamo evitare che la gente inizi a fumare”. Ecco il piano SmokeFree 2025

next