In un periodo storico come quello che stiamo vivendo che si promette, tra alti e bassi, di fare dell’ecologia uno dei baluardi dei prossimi decenni, si moltiplicano le iniziative che vanno a braccetto con la salvaguardia dell’ambiente. Tra queste troviamo quella di MUV B Corp, startup tecnologica che si è posta l’obiettivo d’incoraggiare comportamenti salutari e responsabili, promuovendo competizioni “sportive” nell’ambito della mobilità sostenibile.

L’app sviluppata dal team di MUV – già disponibile per Android e iOS – permette di organizzare e partecipare ad eventi pensati per trasformare la mobilità sostenibile in uno sport, offrendo l’opportunità di contribuire in prima persona alla lotta al cambiamento climatico. MUV Game, questo il nome dell’app, è davvero facile e intuitiva: una volta scaricata gratuitamente dallo store, si può creare il proprio avatar inserendo i propri dati fisici, tramite cui l’applicazione ci farà avere un riscontro sulle calorie perse, e poi si è pronti per cominciare a utilizzarla come una qualsiasi altra applicazione della stessa categoria.

una passeggiata registrata su MUV

La differenza tra MUV e un’applicazione di running normale, come possono essere Runkeeper o la famosissima Runtastic, è che questa monitora e fa guadagnare punti con qualsiasi tipo di movimento sostenibile: bicicletta, monopattino, ma anche autobus, treno o qualsiasi mezzo pubblico. Ogni settimana agli utenti vengono proposte sfide, classifiche e tornei a squadre per vincere premi, sconti o inviti ad eventi esclusivi; i dati verranno poi raccolti, resi anonimi e condivisi sotto forma di open data per alimentare il dibattito sulla mobilità e influenzare il processo di politiche urbane.

«Grazie a un accordo con Dott, la startup di monopattini elettrici, abbiamo realizzato eventi che sono state delle vere e proprie sfide di mobilità sostenibile a Palermo e Monza, ma presto saremo anche in altre città italiane. Da settembre a novembre 2021 MUV, con U-MOB Life, ha organizzato il Torneo di mobilità sostenibile tra 16 Università europee: oltre 2.200 utenti, 319.185 chilometri sostenibili, che se fossero stati percorsi in auto corrisponderebbero a 42,5 tonnellate di emissioni di CO2» Spiega Domenico Schillaci, CEO della startup «La nostra roadmap di eventi è fittissima. Nel corso del 2022 sono previste sfide e tornei, in partnership con aziende che condividono gli stessi valori, nelle principali città italiane ed europee e lanceremo Serie MUV, il campionato di sostenibilità per i tifosi di calcio».

La risposta del mercato non si è fatta attendere ed è stata sorprendente: dopo il perfezionamento della tecnologia e degli algoritmi durante il lockdown del 2020, e delle strategie di marketing ad aprile 2021, si è partiti con i primi tornei sperimentali grazie a importanti clienti quali la Fondazione CRT, EIT Urban Mobility e il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile.

Al momento l’azienda italiana è impegnata in un round di finanziamenti su CrossFund, l’innovativa piattaforma internazionale di business angels che raccoglie capitali da investitori europei e asiatici, per portare i suoi progetti legati alla mobilità sostenibile anche nelle grandi città del continente asiatico.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

GeForceNOW RTX3080: il servizio di cloud gaming di NVIDIA mostra i muscoli nella sua versione più performante

next
Articolo Successivo

La minaccia dei droni è sempre più reale: Isis ormai sa adattarli a fini terroristici

next