Un documento di 8 pagine, diviso in 13 ambiti per spiegare, punto per punto, tutto quello che è consentito – o meno – fare a chi è senza green pass, a chi ha un green pass ‘base’ e chi è in possesso del ‘rafforzato’ in ogni fascia di rischio, dalla bianca all’arancione (Qui tutte le novità da lunedì 6 anche in zona bianca). Il governo ha pubblicato le Faq, cioè le risposte alle domande più frequenti, per chiarire tutti i punti ancora in sospeso – soprattutto in caso di cambio di zona – su spostamenti, impianti di sci, lavoro, accesso a esercizi e uffici, scuola e università, strutture socio-sanitarie, bar e ristoranti (esclusi quelli nelle strutture ricettive), strutture ricettive, attività sportive in strutture pubbliche e private, attività ed eventi culturali, eventi sportivi, attività ricreative, concorsi pubblici. Ecco il documento integrale, navigabile e scaricabile, sotto le principali novità e i chiarimenti finora non noti.

Dove serve il Green pass ‘rafforzato’
Solo con il pass rafforzato si potrà accedere, fin dalla zona bianca, ai servizi di ristorazione al chiuso, agli spettacoli aperti al pubblico, quindi cinema e teatri, agli eventi sportivi, alle sale da ballo e alle discoteche, alle cerimonie pubbliche.

Cosa si può fare con il ‘base’
Basterà invece il green pass normale, quello che si ottiene per 72 ore con un tampone molecolare negativo e per 48 con un antigenico rapido negativo, per andare a lavorare, per prendere i treni a lunga percorrenza e gli aerei, per frequentare palestre e piscine. Era così anche finora, ma da domani, tra le novità più delicate del nuovo decreto, il suo uso si estende ai treni regionali e al trasporto pubblico locale (autobus, metropolitane, tram) e agli spogliatoi per l’attività sportiva anche all’aperto. Servirà anche per accedere a sagre, fiere, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici, centri culturali, sociali e ricreativi, feste per cerimonie civili e religiose, sale da gioco, scommesse, bingo e casinò.

Il Green pass ‘base’ serve anche agli studenti per prendere un bus?
Sì, il Green pass base servirà anche agli studenti per prendere i mezzi pubblici: un alunno di scuola media o superiore non vaccinato, quindi, potrà spostarsi con bus, metropolitane, treni o tram per raggiungere il proprio istituto solo con un test negativo. Sul punto, le Regioni sono in pressing per ottenere una deroga almeno fino a Natale e contestualmente hanno chiesto tamponi gratuiti. Ma oggi la regola varrà anche per loro.

Niente caffè al bar senza ‘rafforzato’ in arancione – Senza il Green pass rafforzato, in zona arancione, non sarà possibile neanche prendere il caffè al bancone. La consumazione è invece consentita sia in zona bianca che gialla, anche senza green pass. Per chi non è né vaccinato né guarito dal Covid e dunque non ha il super pass, inoltre, in zona arancione non sarà possibile mangiare ai tavoli di bar e ristoranti, non solo al chiuso, ma neanche all’aperto.

Centri commerciali – Per accedere ai centri commerciali non servirà il Green pass ma se la Regione o il Comune passano in zona arancione per accedervi nei giorni festivi e prefestivi si dovrà essere in possesso del certificato ‘rafforzato’. L’accesso ai negozi nei centri commerciali nei giorni feriali è sempre consentito senza il pass, anche in zona arancione, mentre nei giorni festivi e prefestivi se non si è vaccinati o guariti dal Covid si potrà andare solo in alimentari, edicole, librerie, farmacie e tabacchi ospitati all’interno dei centri.

Limiti agli spostamenti – Per chi è sprovvisto di un Green pass non saranno consentiti spostamenti, anche con mezzi propri, fuori dal proprio Comune di residenza – se non per necessità, salute e lavoro – nel caso cui ci si trovasse in zona arancione. Resta la totale libertà di movimento per chi effettua un tampone, è vaccinato o guarito.

Palestre e piscine ‘chiuse’ – In zona arancione le palestre e le piscine saranno accessibili solo a vaccinati e guariti, anche se all’aperto. Vietati anche gli sport di contatto, sia al chiuso che all’aperto.

Mostre e musei – In caso di passaggio in zona arancione verrà interdetto l’accesso anche a mostre e musei al chiuso a tutti coloro che non sono vaccinati o guariti dal Covid-19.

Matrimoni, centri terminali e sale gioco Resteranno aperti solo per i vaccinati, sempre in caso di passaggio in arancione, anche feste e banchetti post cerimonia di matrimonio. Accesso vietato con il tampone anche a centri termali e centri benessere, nonché parchi tematici e di divertimento, centri culturali e ricreativi (sia all’aperto che al chiuso) e sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

Concorsi pubblici – I concorsi pubblici restano sempre accessibili a chi ha un Green pass ‘base’, anche in zona arancione.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Trento: è morto Alfonsino Ercole, direttore generale dell’Associazione Nazionale Alpini

next
Articolo Successivo

Foggia, bomba in una farmacia: danni per 50mila euro. La titolare è la compagna del comandante dei carabinieri

next