Il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este torna alla tradizionale data di metà primavera, dopo un’edizione 2021 “fuori dagli schemi”, svoltasi a ottobre, in contemporanea con Milano AutoClassica. Il comitato della manifestazione ha già dato il via alle iscrizioni dei partecipanti annunciando le sei nuove classi.

L’esibizione delle vetture vintage è stata organizzata da BMW Group Classic, la divisione BMW responsabile delle attività riguardanti la storia dell’azienda, e dal Grand Hotel Villa d’Este, che festeggia la sua 150° stagione. A partire dal nuovo anno saranno accettate le candidature delle “Concept Cars e Prototipi”, anch’esse valutate da una giuria. Saranno 50 i veicoli che, nel 2022, gareggeranno per conquistare i titoli più ambiti: la Coppa d’Oro Villa d’Este e il Trofeo BMW Group “Best of Show”, oltre a quelli della propria classe.

In occasione dell’anniversario del Grand Hotel Villa d’Este è stata prevista una nuova categoria: “E il vincitore fu: la Celebrazione del 150º Anniversario di Villa d’Este”. Per questo avvenimento verranno esposte le automobili vincitrici della Coppa d’Oro Villa d’Este e del “Best of Show” a partire dal 1929, anno della prima edizione del Concorso.

Dedicata al tema della trasformazione da carrozze ad autovetture, è la classe “La Carrozza si Trasforma in Automobile: Grande Eleganza, 1900 – 1929”. Si tratta di un’analisi dello sviluppo dei veicoli dall’inizio del ventesimo secolo alla fine degli anni ’20: da mezzi di trasporto a oggetti di design.
La categoria “La Velocità plasma la Forma, 1930 – 1940” metterà in mostra le carrozzerie dagli anni ’30 ai ’40. Automobili ottimizzate in funzione della tecnica, guardando al futuro, per raggiungere il miglior compromesso in termini di aerodinamicità.

Per festeggiare i 75 anni della Ferrari, il Concorso d’Eleganza ha creato un’apposita classe che ripercorre la storia del marchio: “Il Cavallino compie 75 Anni: otto Decadi di Ferrari rappresentate da otto Icone”. Per ogni decennio, infatti, sarà esposta una rossa di Maranello che esprimeva al meglio la visione di quel periodo insieme ai modelli speciali più recenti.

Oltre alle Rosse, sarà celebrato il cinquantesimo anniversario di un’altra azienda, la BMW Motorsport GmbH, fondata nel 1972. I successi e i traguardi della BMW M GmbH saranno ripercorsi tramite la classe “Eccellenza meccanica: i 50 Anni di BMW M”.

Infine, ultima tra quelle finora presentate, la categoria “Oltre la Barriera della Velocità! Le prime Macchine a infrangere la Soglia dei 300 km/h”, qui ad essere premiati saranno i primi veicoli a raggiungere i 300 chilometri orari, un limite che raffigurava il simbolo del progresso e dell’abilità tecnica per ogni marchio automobilistico.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Mobilità sostenibile, Giancarlo Cancelleri: “D’accordo con l’idea di rendere strutturali gli incentivi. Serve un piano complessivo”

next
Articolo Successivo

Audi SocAIty 2021, uno studio sulla mobilità a guida autonoma del futuro

next