“In base ai dati della sperimentazione oggi possiamo dire che nella fascia di età tra i 5 e gli 11 anni sono stati coinvolti circa 2500 bambini con un’efficacia di quasi il 91%. Ci sono state delle perplessità circa il numero basso di bambini coinvolti, è vero, ma dobbiamo ricordare che a oggi più di 3 milioni di bambini in America sono già stati vaccinati e con pochissimi effetti collaterali. Anche il rischio di miocardite sembra essere ridotto rispetto agli adulti”. Sono le parole di Annamaria Staiano, presidente della Società italiana di pediatria, intervistata dall’Ansa sui rischi della vaccinazione per gli under 12. “Poi è chiaro, anche tra i bambini esiste una piccola percentuale di fragili: per questi bambini è importante stabilire tempi e modalità per la somministrazione del vaccino insieme al medico curante. Ma controindicazioni in termini assoluti non ce ne sono”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, a Palermo ci si vaccina dal barbiere: “Ho convinto un no vax a fare la prima dose, abbiamo rapporto di fiducia coi nostri clienti” – Video

next
Articolo Successivo

Ponte Morandi, presidio dei familiari: “Legge per le vittime di incuria dello Stato? Politici favorevoli a parole ma ora ci hanno dimenticato” – Video

next