Da positivo al Covid ha violato deliberatamente la quarantena, viaggiando in auto dall’Abruzzo fino a Pordenone (oltre cinquecento chilometri di strada) per partecipare a una manifestazione no vax al parco San Valentino. Protagonista un medico settantenne, che insieme alla moglie (anche lei medico) è arrivato nella città friulana domenica 28 novembre, alloggiando in una stanza d’albergo per la notte successiva.

In seguito a una segnalazione arrivata alla sala operativa della Questura di Pordenone nella mattinata di lunedì, l’uomo è stato individuato e denunciato da agenti della Squadra volante della Polizia, che gli hanno intimato di fare immediato rientro alla residenza senza effettuare soste intermedie. È indagato in stato di libertà. La struttura ricettiva ha provveduto a sanificare la stanza occupata dalla coppia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Archivi di Stato, ok del governo all’ordine del giorno che impegna a desecretare i documenti alla scadenza dei termini di legge

next
Articolo Successivo

Trieste, licenziato anche il portuale Antonino Rizzo: è il braccio destro di Stefano Puzzer nella protesta ‘no green pass’

next